Videogiochi indipendenti

I giochi indie (abbreviazione dell’inglese independent) sono così detti perché considerati videogiochi indipendenti, spesso sviluppati da una singola persona o da piccoli gruppi di programmatori, che lavorano senza l’ausilio economico di un editore. Sono giochi progettati con la volontà di accettare i rischi insiti nel dare la priorità alle scelte creative dell’autore e solitamente fanno affidamento alla distribuzione digitale. Questi giochi pur essendo realizzati a basso costo (spesso sono sviluppati con strumenti gratuiti / open source), pur non essendo basati su motori grafici avanzati e pur non avendo una grande storia dietro hanno riscosso popolarità grazie soprattutto all’idea che c’è dietro. Una indagine effettuata su un gruppo di videogiocatori ha rilevato che le caratteristiche ideali che rendono appetibile un gioco indie agli appassionati sono uno stile accattivante, un gameplay convincente e una grafica curata, ma a volte anche un semplice bianco e nero può bastare.

Negli ultimi anni stanno avendo sempre più ampio seguito, e c’è chi ha avuto un grande successo con milioni di copie vendute.

Il mondo dei giochi indie è sempre in attivo, vengono organizzati prestigiosi contest e manifestazioni come l’Indipendent Games Festival o l’Indie Game Challenge dove i vincitori ottengono importanti riconoscimenti e premi. Tra i più ambiti premi assegnati annualmente nell’industria dei videogiochi, i Game Developers Choice Awards di quest’anno hanno visto scontrarsi grandi titoli e giochi indipendenti, team di varie dimensioni e provenienza.

http://www.kjow.net/

Un videogioco che mi ha particolarmente colpito è Slot Cars – The Video Game che è un simulatore di piste elettriche, come quelle che hanno fatto divertire migliaia di ragazzi negli anni ’60, ’70, ’80 e lo fanno anche ora.
La Scalextric, un’azienda inglese, da oltre 50 anni realizza piste elettriche, mentre in Italia l’azienda più famosa nel costruire le piste elettriche era la Polistil (originariamente denominata Policar, marchio commerciale della Politoys).
Il videogioco Slot Cars – The Video Game simula fedelmente le piste elettriche: ti permette di scegliere il modello dell’auto che più ti piace, puoi scegliere la pista oppure la puoi costruire tramite l’editor integrato, puoi scegliere il livello di difficoltà e vari altri settaggi. Si può seguire l’azione attraverso numerosi tipi di telecamere e, soprattutto, le auto sfrecciano e slittano sulle piste in maniera più che realistica, tanto che calibrandone attentamente la velocità è perfino possibile farle derapare per invertirne il senso di marcia. Puoi giocare da solo (contro il tempo) o contro un avversario.

Salute e …peggio nun nisse.

Annunci

Ha insultato il suo Paese (ma non è l’unico)

La Digos della Questura di Napoli, in collaborazione con quella di Roma, ha arrestato a Roma Giampaolo Tarantini e la moglie Angela Devenuto per estorsione ai danni del presidente del consiglio Silvio Berlusconi (l’accusa è di avere estorto oltre 500mila euro al primo ministro per tacere sulle prostitute fornite alle sue feste private).
Nell’ambito della inchiesta è indagato anche l’editore e direttore dell’«Avanti», Valter Lavitola, nei cui confronti è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, ma risulterebbe irreperibile e dunque latitante.

In una conversazione intercettata la sera del 13 luglio scorso sull’utenza panamense di Lavitola, Berlusconi ha detto: «Non me ne fotte niente… io… tra qualche mese me ne vado per i cazzi miei… da un’altra parte e quindi… vado via da questo paese di merda… di cui… sono nauseato… punto e basta…»

La frase è naturalmente rimbalzata sulle prime pagine dei siti d’informazione di mezzo mondo.

Quale credibilità può avere sui mercati finanziari un Paese il cui premier si sfoga definendo il proprio un «paese di merda» e «tra qualche mese me ne vado per i cazzi miei…»?!?
Spero che almeno questa volta mantenga la parola e ci lasci liberi della sua presenza e del suo operato.

Salute e …peggio nun nisse.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: