Siete già nudi…

…non c’è ragione di non seguire il proprio cuore

Il tempo che vi è dato è limitato, per cui non sprecatelo vivendo la vita di qualcun altro. Non fatevi intrappolare dai dogmi, che equivale a vivere in base ai principi di altre persone. Non permettete che il rumore delle opinioni altrui soffochi la voce che sale dal vostro Io.
E, ciò che più conta, abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e il vostro intuito che già sanno, in una certa misura, cosa volete realmente diventare. Tutto il resto è secondario.
… Siate affamati. Siate folli. …

– dal discorso di Steve Jobs agli studenti della University of Stanford nel 2005

Salute e …peggio nun nisse.

Annunci

Franca Rame

È morta Franca Rame. Aveva 84 anni ed era malata da tempo (ma non lo sapevo).
Questa mattina per l’ultimo saluto, insieme a Dario e Jacopo Fo, tante le persone presenti, tantissime le donne.
Voglio ricordare Franca Rame perché fu soprattutto una donna coraggiosa, sempre in prima fila per l’impegno sociale e politico e nelle battaglie civili. Capace di affrontare i più duri momenti della vita con determinazione, fierezza e grandissima dignità. Con i suoi spettacoli derideva le debolezze femminili ma anche condannava le aggressività maschili.
Per colpire il suo impegno politico, il 9 marzo del 1973 a Milano viene sequestrata da un gruppo di fascisti e subì la loro violenza fisica e sessuale. Ebbe la forza e il coraggio di raccontare tutto in uno spettacolo, “Lo stupro”, che ogni volta che lo sento mi fa vergognare di essere un uomo [ma quelli non erano uomini].

Salute e …peggio nun nisse.

Lo spirito olimpico per la pace nel mondo


I valori dello sport sono la lealtà, l’impegno, il coraggio, il miglioramento di sé, la solidarietà, l’amicizia, la pace. Si tratta di ideali universali, validi per tutti e in ogni tempo. Praticare la stessa disciplina, condividendo passione e fatiche, avvicina e unisce anche gli avversari.
Ad una settimana dal termine delle Olimpiadi 2012 mi piace ricordare l’importanza dei Giochi per la pace nel mondo.

Salute e …peggio nun nisse.

Il profilattico è utile

Per la Rai e per il ministero della Salute Renato Balduzzi la parola profilattico è ancora un tabù. I conduttori e le redazioni dei programmi coinvolti nelle celebrazioni della giornata mondiale contro l’Aids mercoledì scorso, hanno ricevuto un’email con priorità alta, firmata da Laura De Pasquale, funzionaria della tv di Stato: «Carissimi, segnalo che nelle ultime ore il ministero ha ribadito che in nessun intervento deve essere nominato esplicitamente il profilattico; bisogna limitarsi al concetto generico di prevenzione nei comportamenti sessuali e alla necessità di sottoporsi al test Hiv in caso di potenziale rischio. Se potete, sottolineate questo concetto».

Da uno studio di diverse agenzie Onu, dall’Organizzazione mondiale per la sanità (Oms), Unicef e Onusida emerge che negli ultimi cinque anni i morti per Aids sono calati del 22%, mentre gli infettati dall’Hiv sono scesi del 17%. In Italia, secondo le cifre dell’Istituto superiore di sanità, il numero delle persone viventi con infezione da Hiv (compresi i casi con Aids e le persone che ignorano di essere infette) è aumentato passando dai 135.000 casi nel 2000 ai 157.000 del 2010. L’aumento dipende soprattutto dalla maggiore sopravvivenza legata alle terapie antiretrovirali.
Non è pensabile che non possiamo combattere l’Hiv partendo dall’origine, cioè evitando che l’infezione si diffonda. Nella lotta contro l’Aids la prima cosa veramente importante è il profilattico.
È una semplice parolina che pochi hanno il coraggio di dire…

.

Salute e …peggio nun nisse.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: