Fallimento della sanità lombarda

Secondo Gallera, assessore al welfare della Regione Lombardia, l’indice di contagio uguale a 0,50 significa che per ammalarti al Covid-19 devi incontrare due positivi insieme.
Lo ha detto davvero: “Per infettarmi servono due infetti allo stesso momento. E non è così facile”.
Se quello che ha detto l’assessore Gallera fosse vero, entrare in contatto con un solo malato di Covid-19 non costituirebbe un pericolo.
Naturalmente non è vero!
Più che altro non è facile sparare una castroneria simile.
Purtroppo chi l’ha detto è l’uomo che gestisce la Sanità in Lombardia, per di più durante una pandemia!
Se la Lombardia fosse una nazione, sarebbe fra le quindici più popolose nazioni d’Europa e fra le novanta più popolose del mondo, ma sarebbe al settimo posto in Europa per numero di contagi da Coronavirus e al tredicesimo posto nel mondo, davanti a stati come il Canada, il Messico, e perfino la Cina.

Salute e …peggio nun nisse.

Dopo la fase 2: fase 3 o ritorno alla fase 1?

Quali sono i criteri con cui l’Organizzazione mondiale della Sanità dichiara conclusa un’emergenza epidemica?
L’emergenza finisce dopo DUE PERIODI DI INCUBAZIONE COMPLETI in cui non si registrano nuovi contagi.
Per l’Ebola sono 42 giorni.
Potrebbero essere 30 giorni per la SARS-CoV-2.
Dopo di che, è richiesto a ogni paese di mantenere un’elevata sorveglianza per 90 giorni.

A mano a mano che ci si avvicina alla soglia dei 28 giorni, il colore del territorio virerà dal rosso più intenso verso un verde sempre più scuro.

Attenzione: basta un solo contagio perché il conteggio riprenda inesorabilmente da zero.

Salute e …peggio nun nisse.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: